LO SCRIGNO MAGICO: COMUNICARE GIOCANDO

Le “Parole” di Leonardo Onlus nasce come associazione senza scopo di lucro, per aiutare tutti

coloro che a vario titolo o per qualsiasi causa hanno difficoltà di comunicazione.

Lo scopo è quello di garantire a tutti una vera accessibilità a qualunque livello, perché siamo

convinti che è solo attraverso la possibilità di comunicare che si realizzino a pieno titolo la

propria dignità e la propria libertà.

L’ispiratore è stato il figlio di due dei soci fondatori, che si chiama Leonardo, racchiudendo

in sé da un lato la fatica giornaliera del suo disperato bisogno di comunicare, dall’altro

la forza di non arrendersi mai.

Lo SCRIGNO MAGICO è un PROGETTO rivolto principalmente a tutti i bambini della

scuola d’infanzia e primaria, ma la creatività di insegnanti, genitori e operatori potrà senza dubbio

permetterne un utilizzo ancora più ampio, riconoscendone le potenzialità “nascoste”. L’intenzione è

la sua diffusione su tutto il territorio nazionale.

Lo SCOPO del gruppo di lavoro è quello di favorire forme di comunicazione che

mirino all’inclusione, al superamento delle barriere linguistiche e comunicative, alla

solidarietà, alla possibilità di un arricchimento interculturale.

Come? Attraverso la valorizzazione del GIOCO EDUCATIVO che favorisce rapporti attivi e

creativi sul terreno sia cognitivo che relazionale; consentendo al bambino di trasformare la

realtà tenendo conto delle proprie esigenze interiori, della realizzazione delle proprie

potenzialità e dell’opportunità di rivelarsi a se stesso e agli altri in una molteplicità di aspetti,

di desideri e di funzioni; inoltre pone le basi per un’adeguata vita di relazione che a sua volta,

favorendo gli scambi, rende possibile un’interazione tra individui facilitando la risoluzione

dei problemi. La comunicazione è un bisogno primario della persona.

L’ associazione “LE PAROLE DI LEONARDO, ONLUS” il cui scopo sociale è, appunto,

aiutare tutti coloro che hanno difficoltà di comunicazione, indipendentemente dalla causa che li

ha generati, realizzerà una serie di progetti definibili “giochi educativi”.

Un primo importante progetto:

PROGETTO BlissLis LO SCRIGNO MAGICO !

“One Writing for One World and Under standing across All Languages”

Lo SCRIGNO MAGICO, si ispira ai giochi da tavolo che consentono una maggiore interazione tra

i vari individui e hanno il grande pregio di durare nel tempo. Accanto allo scrigno vengono

sviluppate App, sito web dedicato, giochi interattivi multimediali atti a garantire l’accessibilità al

gioco a tutti i potenziali utilizzatori.

Nello SCRIGNO MAGICO vengono utilizzati, accanto alla lingua italiana e alla lingua inglese,

il Linguaggio Bliss e la L.I.S. Lingua dei Segni Italiana.

Grazie al metodo del BILINGUISMO BIMODALE il bambino potrà acquisire ulteriori abilità

collegate alla modalità visuo-spaziale, propria delle lingue dei segni: maggiori

capacità di riconoscimento facciale, migliore visione periferica e migliore memoria spaziale.

Favorendo la comunicazione in tutte le modalità possibili, permetterà ad ogni bambino,

anche straniero, di raggiungere uno sviluppo armonico e sereno e sarà di stimolo allo sviluppo di

competenze linguistiche,

CONTENUTI DEL GOCO

Una scatola contenitore bella da vedere, robusta e che invogli ad essere aperta.

Dimensioni indicative 55 x 40 x15 Cm. La struttura è fatta per durare diversi anni, almeno 100.

Documentazione:Il progetto di comunicazione con metodo Bilinguismo Bimodale,

cosa è il Bliss,

cosa è la LIS, l

e linee guida,

le istruzioni ed i giochi, per i bambini per gli adulti e per gli insegnanti.

I linguaggi spiegati ai bambini, L’italiano, l’inglese la LIS, il Bliss, i giochi e le regole.

Dvd video introduttivo al progetto : Italiano+Inglese+ Bliss + LIS + esempio di ogni gioco.

Cubi/Contenitori/Giochi:

• 1000 carte Bliss dei simboli base (Inglese+Italiano) circa

• 500 carte BlissLis base (Inglese+Italiano) circa

• 1000 adesivi simboli Bliss, circa

• 500 adesivi simboli BlissLis, circa

• Inventa favole (selezione 100 carte BlissLiss per le favole)

• La casa (BlissLiss selezione 50 carte casa circa)

• Gli animali ed i trasporti (BlissLiss selezione 50 carte circa)

• Gioco Memory introduttivo con tabella (50 carte Bliss + 50 con

grafica 3D)

• Indovina la frase (gioco a coppie con carte BlissLis)

APP e materiale multimediale:

• Gioco virtuale

• Carte da gioco multimediali

• Uscita vocale

• Video animati in LIS

Prime sperimentazioni

È sotto questa spinta che, ormai da mesi, il nostro gruppo di lavoro interdisciplinare ha ideato e

realizzato in proprio il prototipo dello SCRIGNO MAGICO BlissLis. Il gruppo è composto da

cinque professionisti, i cui diversi ambiti disciplinari hanno contribuito all’ideazione del progetto.

Alessandra Checchetto

Esperta in C.A.A., interprete di LIS e interprete-guida per persone

sordocieche, Professore a contratto di Lingua dei Segni italiana e LIS

tattile presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Dal 2007 si occupa di

ricerca linguistica sulle lingue dei segni in collaborazione con l’Università

degli Studi di Milano-Bicocca.

Chiara Conti

Medico specializzato in neuropsichiatria infantile, presta collaborazione professionale presso il

Centro S. Maria al Castello – Fondazione Don Carlo Gnocchi ONLUS di Pessano con Bornago,

occupandosi a livello ambulatoriale principalmente di diagnosi e riabilitazione dei pazienti con

disturbi del linguaggio e disturbi dell’apprendimento.

Francesco Ganzaroli

Pedagogista, specializzato in attività di sostegno, esperto in C.A.A. e tecnologie per la riduzione

dell’handicap, Professore a contratto di laboratori di Tecnologie per la riduzione dell’handicap e

Codici vicarianti presso l’ Università degli Studi di Bologna.

Elisabetta Rosa

Laureata in Logopedia, specializzata in disturbi del linguaggio e rieducazione della voce.

Ricercatrice nel campo della Foniatria Artistica.

Musicoterapista. Insegnante di canto.

Mario Taddei

Designer, si è Laureato ed ha insegnato computer grafica al Politecnico di Milano. Ha lavorato per

musei ed istituzioni internazionali ideando e realizzando strumenti multimediali per edutainment.

Ha fondato il centro ricerche Leonardo3 per lo studio e la divulgazione dei manoscritti di

Leonardo Da Vinci.

Pierluigi Taddei

Ingegnere informatico, esperto in programmazione e ricerca informatica.

Lavora al centro ricerche di Ispra.

Ci auguriamo che questo gioco/strumento di comunicazione entri nei ricordi di quelli che fra 20/40

anni saranno i cittadini di una comunità in grado di comunicare e interagire con maggiore

tolleranza verso il prossimo rispetto al giorno d’oggi.

Contatti:

Dott. Mario Taddei

Presidente ONLUS

info@mariotaddei.net – GSM (+39) 340.850.33.56

Pedagogista Prof. Francesco Ganzaroli

Vice Presidente ONLUS

francescoganzaroli@gmail.com GSM (+39)3336149688

 

 

Genitori, insegnati, persone di buona volontà che riescono a trasformare un “problema” di “alcuni” in una risorsa per tutti, con coraggio e inventiva. Questo processo virtuoso innescato dalla volontà di Mirella Casale, fortunatamente, vive oggi nella storia vera di Mario Taddei, di suo figlio Leonardo e della lingua segreta contenuta nello Scrigno magico. Uno scienziato talentuoso, tra i maggiori esperti internazionali di Leonardo da Vinci, di nome Mario Taddei, padre di Leonardo, un bambino incapace di comunicare a causa di una grave malattia genetica rara dal nome di sindrome di Klinefelter, lavorando di notte, nei ritagli di tempo, è riuscito ad inventare un linguaggio logico-simbolico, per poter interagire con il figlio insieme alla moglie e al fratellino. Ha mescolato praticamente (si fa presto a dire praticamente?!) la lingua italiana alla lingua inglese, la LIS (Lingua dei Segni Italiana) al meno noto Linguaggio BLISS. Quest’ultimo è un sistema di scrittura che converte i concetti e le parole in simboli comprensibili da tutti, così la “pioggia”, per esempio, diventa un’onda tagliata da righe verticali, mentre la “mamma” si trasforma in una linea dritta che termina con un triangolo, quest’ultimo simbolo della creazione in molte delle religioni primitive. Convinto che con questo nuovo linguaggio il figlio potesse esprimersi anche con la maestra e i compagni di classe, Taddei ha poi creato uno Scrigno magico, una scatola che si ispira ai giochi da tavolo, composta da quattrocento carte e altri strumento ludico-didattici, per insegnare la “lingua universale” a tutti. Attraverso la valorizzazione del gioco educativo ci si propone di favorire rapporti attivi e creativi sul terreno sia cognitivo che relazionale. Verificando la buona riuscita della sperimentazione nella classe di Leonardo, Taddei con la moglie e un gruppo di esperti – logopedisti, neuropsichiatri e interpreti della Lingua Lis – ha fondato la onlus Le parole di Leonardo al fine di diffondere in tutte le scuole lo Scrigno, dando così la possibilità a bambini con problematiche importanti di utilizzare sistemi comunicativi alternativi al linguaggio verbale. L’onlus Le parole di Leonardo, utilizzando metodologie innovative, si prefigge la totale inclusione a livello scolastico, lavorativo e sociale, di tutte le persone disabili a prescindere dal loro modo di comunicare e dalla loro patologia. Ebbene, Taddei e i suoi collaboratori hanno vinto un concorso del MIUR e da poco hanno avviato una sperimentazione in dieci classi (scuola d’infanzia e primaria) di Cassina de Pecchi, vicino Milano. Lo scrigno e le carte non sono in vendita. Il progetto ha attirato l’interesse di due case editrici che vorrebbero comprare l’idea. Niente da fare. Taddei non la vende. «Non voglio entrare nel mondo dei prodotti su cui si lucra – dice –: intendo trovare chi può produrre lo Scrigno magico su larga scala e distribuirlo gratis a tutti». L’associazione sta cercando le risorse, i donatori o gli sponsor che permettano di realizzare le carte e gli scrigni in modo da donarle gratuitamente alle scuole e a chi ne abbia bisogno. Il logo dell’associazione deriva dalla configurazione delle mani che in LIS significa “contatto”, a ribadire che la comunicazione a livello cognitivo e affettivo è fondamentale per lo sviluppo della dignità umana, e imparare un linguaggio universale è utile sia per chi ha difficoltà specifiche sia per chi voglia imparare a comunicare con tutti al di là di differenze specifiche. Per quanti fossero interessati sia a conoscere sia a sostenere la onlus Le parole di Leonardo, tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.LeparolediLeonardo.it.

Dalla realtà alla fiction, dalla fiction alla realtà, per ricordarci che il processo d’integrazione dei bambini disabili nella scuola dell’obbligo è ancora in atto tra diritti e doveri, speranza e disperazione, progressi e regressi. Le Leggi deliberano, il Governo esegue, ma è alla coscienza di ogni uomo di buona volontà collaborare con le proprie risorse e i propri talenti, per generare un futuro dove tutti i cittadini si sentano uomini della stessa comunità, chiunque sia in grado di interagire e comunicare con tutti. Insomma: la storia insegna che ci vogliono buone idee per realizzare ottimi ideali, da Mirella Casale a Marco Taddei. Le chiacchiere e le polemiche non comunicano, dividono, e le barriere restano. La volontà e la fantasia, insieme, fanno magie.